Riso cantonese

Da buona celiaca negli ultimi 12 anni ho dovuto ampliare il mio vocabolario culinario, sperimentando ricette senza glutine da ogni parte del mondo e quindi trovandone molte a base di riso. Adorando la cucina orientale ho sentito anche l’esigenza di riuscire a preparare in casa ciò che preferivo ordinare al ristorante cinese ed il riso cantonese era la soluzione, oltre che la ricetta, più semplice.

riso cantonese, salsa di soja e bacchetteE’ una ricetta che si presta a molte varianti, composta da pochi ingredienti, facili da avere già in casa o comunque facili da reperire e che, cosa non di poco conto, possono essere gestiti anche dal più inesperto in cucina, per una grande soddisfazione finale. Per quanto riguarda la salsa di soja senza glutine io preferisco quella della Kikkoman, ma è ottima anche la salsa Tamari di La finestra del cielo.

Ogni volta che preparo il riso cantonese mi torna in mente una delle prime volte in cui l’ho preparato per una cena con amici e ripenso al commento di un vecchio amico: “E’ migliore di quello che abbiamo mangiato al ristorante cinese. Questo è veramente il riso cantonese più buono che io abbia mai mangiato, ovviamente dopo quello di mia suocera!” … Ed è davvero un meraviglioso complimento da parte di chi ha una suocera vietnamita!

Non dimenticate mai di controllare che tutti gli ingredienti che andrete ad utilizzare siano senza glutine! Io non riesco a mangiarlo con le bacchette, e voi? 

Ingredienti:

  • 400 gr. di riso (io uso il parboiled)
  • 100 gr. di prosciutto cotto a cubetti (oppure gamberi)
  • 150 gr. di piselli
  • 2 uova
  • 1 porro medio
  • dado vegetale
  • salsa di soja
  • olio E.V.O. e sale q.b.

Preparazione:

Iniziate dal riempire d’acqua fredda una pentola grande, mettetevi dentro il riso, salatelo e mescolate, accendete solo adesso il fornello e fate lessare il riso mescolandolo di tanto in tanto per controllarne la cottura, una volta cotto scolatelo e mettetelo da parte.

Sbollentate i piselli in acqua salata ed una volta pronti scolateli e metteteli da parte.

Scaldate qualche cucchiaio d’olio in una padella antiaderente molto grande o anche un wok (perché dovrà contenere tutti gli ingredienti da saltare insieme), io uso l’olio extra vergine, perché è l’olio di casa mia e ne vado matta, ma va bene anche quello di semi, se lo preferite. Quando l’olio sarà caldo unitevi il porro tritato, lasciate che si ammorbidisca ed aggiungete poi il prosciutto a piccoli cubetti (oppure il gamberi, il pollo o quello che preferite), unite quindi i piselli sbollentati e lasciate che gli ingredienti si amalgamino per qualche minuto. Questo è il momento di insaporire con sale e/o dado vegetale, secondo il gusto personale.

Sbattete poi le uova ed incorporatele in padella, sempre a fuoco vivace e mescolando rapidamente, in modo che si rapprendano in armonia con il resto degli ingredienti.

Come ultimo passaggio mettete in padella anche il riso e fatelo saltare per qualche minuto, mescolandolo bene insieme al resto. Condite con qualche cucchiaio di salsa di soja diluita in poca acqua, oppure, come preferisco fare io, mettete la salsa di soja in tavola e lasciate che ognuno la aggiunga a piacere nella propria porzione, dosandone a piacere la sapidità.

E adesso … gustatevelo!

A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *